Isabella Bianchini






Isabella Bianchini
Nasce a Roma nel 1956 Isabella Bianchini. La madre è Liliana Mariotti, pittrice e grande anima creativa, che sarà per lei guida ed esempio determinante e che porterà Isabella a maturare un profondo amore per l’Arte. Isabella bambina entra già in contatto con i colori, le tele in un armonico rapporto tra Storia dell’Arte e passione per la pittura. Frequenta il Liceo Artistico di via Ripetta a Roma, in quegli anni vera fucina di talenti. Nel 1974 partecipa alla sua prima mostra collettiva alla Galleria " Etrusca ", a Roma. In quell’anno inizia il suo percorso artistico ricco di esperienze e di ricerca. Collabora a Roma, nella bottega d'arte e Restauro di Everardo Pavia in via Margutta con ottimi risultati e continua la sua esperienza come disegnatrice per  tessuti a Como con Paolo Farkas, nel più importante Studio della Lombardia. Si dedica alla Grafica Pubblicitaria a Roma con Mario Puzo e Carlo Theodoli, entrambi designer d’eccezione. Studia la tecnica di composizione grafica al computer con i primi Apple con il grande designer e Maestro Makoto Izawa, autore di tutti i loghi sportivi del CONI. Ma la sua passione per l’arte pittorica, in particolare per l'AFFRESCO e per le tecniche antiche, come il finto marmo e la grisaille, la vede lavorare, sempre a Roma, a Via di Grotta Pinta con Roberto Lucifero. Si specializza nella doratura a mecca e a missione, e all'applicazione delle lacche, lavorazioni che la porteranno inevitabilmente alla sua grande passione per il restauro. Negli anni '90 comincia a realizzare su richiesta in collaborazione con studi di Architettura grandi dipinti murali decorativi e a carattere sacro: a Napoli, a Roma e negli Stati Uniti, compatibilmente con la sua attivita' di restauro che fino al 2011 è stata prioritaria. L’attività di imprenditrice di restauro inizia nel 1998 e durerà fino al 2011, anno in cui lascia Napoli e il restauro e torna a vivere a Roma.
·      Nel 2011 Mostra Personale- a Vitorchiano Viterbo, presso l’Auditorium della Città, con il Patrocinio del Sindaco nella ex Chiesa sconsacrata con il titolo “L’Icona il vero volto dei Santi” con dipinti su tavola che interpretano i grandi classici Bizantini.

·      Nel 2012 Mostra Personale - " Il visibile dell'invisibile " presso il Centro Ecumenico di Anzio (Roma) Esposizione di icone dedicate alla Vergine Maria che allatta il bambino.


·      Nel 2015 Mostra Personale- “L'Emozione di essere Donna....” presso il circolo Culturale “L’Antico Torchio” di Francesco Bonelli a Sacrofano presso Roma.


·      Nel  2016 partecipa alla Mostra a Milano “ Donna è Vita” organizzata da “Altheo Network”con le sue  nuove forme femminili, dipinti sempre dedicati alle “DONNE” tutte rappresentate con eros, ironia e passione.


 Scrive di  Lei Orlando Stefanini  “Nelle sue opere, nei suoi volti nei nudi di Donna, viviamo la sua propensione all'ardore, le linee e le forme emanano un emozionante impeto, uno slancio entusiasmante, una ironia dissacrante e molto femminile, che rivela la sua passione per la vita e per l'Arte”.






Opere






Donne optical




Un bacio solo un bacio



















Elettra figlia della tempesta




Fondale marino




Io sono te tu sei me




Omaggio a Tamara




Rosso come Carmen la gitana